Verona non sbaglia niente, per la Fortitudo prima sconfitta (65-78)

Verona non sbaglia niente, per la Fortitudo prima sconfitta (65-78)

Brutta e per certi versi preoccupante sconfitta della Fortitudo che esce dalla partita dopo nemmeno dieci minuti, mentre Verona gioca la gara perfetta ai ritmi lenti che preferisce, approfittando di avversari che difendono malissimo, attaccano peggio e non danno mai l’impressione di poter riaprire il match, riuscendo solo a ricucire un minimo un distacco abissale solo a babbo abbondantemente defunto.

C’è il Mancio in quintetto, dopo il pit stop di Chieti, ma purtroppo c’è anche Verona dopo la sconfitta casalinga alla prima contro Roseto. Gli attacchi iniziali sembrano gravare tutti sulle spalle di Chris Roberts, tuttavia è in difesa – soprattutto dopo un canestro fatto – che si presentano troppi problemi che il duo americano Frazier e Robinson sfrutta bene, correndo subito a canestro. Luca Campogrande infila una tripla appena entrato, ma la Effe brucia il bonus troppo presto e gli scaligeri lucrano punti dalla lunetta che li spingono avanti (12-18) con una bomba dell’incisivo Frazier. Grossi guai bolognesi contro la difesa schierata, bisognerebbe correre ma Verona rientra bene, difende molto aggressiva, i tiri biancoblu ammaccano il ferro e su un perfetto P&R Robinson appoggia sulla sirena il massimo vantaggio esterno (12-22) frutto di un parziale di 0-11.

Non cambia la musica ad inizio secondo quarto, la prima bomba di Leo Candi illude di poter ribaltare l’inerzia, ma Frazier (MVP dell’incontro, un rookie di soli 20 anni d’età) è inarrestabile e gli ospiti raggiungono un +12 (20-32) che è già più di una preoccupazione. La circolazione di palla veronese è perfetta, ma la difesa biancoblu è imbarazzante e sul -15 (22-37) coach Boniciolli infuriato chiama un time out che, se ci fosse stata la ripresa Sky, sarebbe stata probabilmente mandato in onda in “fascia protetta”. Per gli scaligeri anche chi esce dalla panchina dà un importante contributo, soprattutto con Portannese e Basile, mentre l’attacco bolognese è fermo come un fittone di via Orefici. La tripla di Totè scava una ventello tra le due squadre (24-44) e sul gioco da tre punti di Frazier e la bomba di Robinson l’impressione è che la partita sia già volata via prima dell’intervallo lungo (26-52).

Le cifre dopo venti minuti sono eloquenti e giustificano il divario: Fortitudo 6 su 13 da due, 3 su 16 da tre, Verona 14 su 19 da due e 5 su 9 da tre. Ma un dato che non ci si poteva aspettare è il dominio veronese a rimbalzo (20 a 9). La difesa non ha funzionato (da quando la Effe non concedeva più di 50 punti a metà partita?), l’attacco ancora meno, statico e avventuroso nelle conclusioni cercate. Potrà cambiare qualcosa nei due quarti finali?

Mancio suona la carica e trascina i suoi ad un 6-0 di parziale che rianima la folla, ma Tobler Raucci si mangia letteralmente due canestri che fermano la piccola onda, con Totè che risbatte la Effe a -24 con la sua seconda tripla (34-58). Danno segnali di vita Roberts e Knox che riportano a -18 la Fortitudo (46-64), ma i problemi in difesa fanno sì che alla sirena del terzo quarto il raccolto sia misero (48-69) e il muro da scalare un’impresa impossibile.

Se anche Brkic – ingaggiato al volo per sostituire l’infortuna Pini – si mette a infilare bombe, allora è chiaro a tutti che stasera c’è poco da fare. A risultato ormai acquisito Verona molla un po’, segna solo 9 punti nell’ultimo quarto e ai biancoblu comincia ad entrare anche il tiro da tre, che serve solo a rendere meno vistoso il distacco finale, che si fissa sul -13 (65-78).

FORTITUDO: Candi 10, Raucci 4, Montano 7, Mancinelli 17, Italiano 7, Knox 7, Campogrande 3, Roberts 8, Gandini 2 ne: Costanzelli, Torricelli, Santini

Statistiche di squadra: 16 su 37 da due, 6 su 27 da tre, 15 su 17 ai tiri liberi, 35 rimbalzi, 5 recuperate, 10 , perse, 15 assist, 66 di valutazione

VERONA: Robinson 12, Diliegro 8, Frazier 27 (6/8 da due, 2/5 da tre, 9/10 ai liberi), Boscagin 4, Totè 7, Brkic 8, Basile 3, Portannese 9, Fall  ne: Rovatti, Guglielmi

Statistiche di squadra: 19 su 35 da due, 7 su 22 da tre, 19 su 23 ai liberi, 40 rimbalzi, 4 recuperate, 12 perse, 13 assist, 91 di valutazione

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>