Una SuperFortitudo abbatte Milano (85-80), dominando per 35 minuti

Una SuperFortitudo abbatte Milano (85-80), dominando per 35 minuti

Stratosferica prova della Fortitudo, che annichilisce l’Armani Jeans per almeno 35 minuti, finalmente con una difesa all’altezza e con un apporto offensivo di tutti, con menzione d’onore per Henry Sims convincente anche a rimbalzo (11). MVP Matteo Fantinelli, 11 punti (4/5 da due, 1/1 da tre, 4 rimbalzi, 2 recuperi e 2 assist), capace di stravincere il duello con Rodriguez, nonostante gli straordinari dovuti all’assenza di Rok Stipcevic.

I ragazzi di coach Martino fanno subito capire di aver preparato al meglio questa partita. Solidità difensiva, riempendo l’area e alternando uomo e zona. Milano fatica trovando canestri soprattutto da Scola, mentre per la Effe apre Sims con tre panieri e chiude Aradori con un gioco da tre punti e una bomba che fanno chiudere i biancoblu avanti 22-16 il primo quarto.

Per l’Armani entra in partita Nedovic (23 alla fine per lui), ma quando sembra che i milanesi possano mettere la freccia si scatena Robertson con due triple di fila e la Fortitudo vola a +14 con il canestro finale del Cincia (45-31).

Spettacolo nel terzo quarto: è Leunen a spalancare le porte del Paradiso con 2 bombe e sul paniere di Aradori ci si trova incredibilmente a +21 (57-36). Milano trova punti da Roll ed energia da Burns, la sua difesa comincia a mordere e le permette di tornare a -10 (61-51) in chiusura di terza frazione.

L’ultimo periodo è un’altalena di emozioni: la Effe con la tripla del Fante – partita strepitosa la sua – ritrova il +14 (70-56), dopo che Sims aveva segnato due volte da sotto canestro. Qui ricomincia lo show di Nedovic che realizza da ogni posizione, facendo venire i brividi a tutto il Paladozza.  Ancora Fante trova un corridoio vincente (80-71) e sulla stoppata di Sims su Moraschini (83-74) sembra finita, ma ancora Nedovic riavvicina l’Armani (84-80). A 14 secondi dalla sirena la Fortitudo rischia due volte di perdere il pallone sulla rimessa, ma alla fine riesce a passare la metà campo e a portare a casa una vittoria insperata alla vigilia ma assolutamente strameritata.

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>