Si chiude bene il 2018 della Fortitudo con la vittoria su Cagliari (80-65)

Si chiude bene il 2018 della Fortitudo con la vittoria su Cagliari (80-65)

Tra una fetta di panettone e una coppa di champagne, la Fortitudo porta a casa quasi in souplesse la sua tredicesima vittoria contro Cagliari, ultima in classifica ma reduce da due vittorie consecutive. La differenza in questo testa-coda del Girone Est si è vista tutta, ma va dato merito ai sardi di aver giocato bene le proprie carte, senza mai affondare clamorosamente.

Gli uomini di coach Martino scavano subito un solco nel primo quarto(30-15), grazie alla concretezza di Fantinelli e alle triple di Hasbrouck, con una difesa che mette in evidenza i limiti della squadra isolana. Visto che con la uomo grandina, Cagliari prova ad arginare la situazione con la zona 2-3, che mette qualche granello di sabbia negli ingranaggi biancoblu, che nella seconda frazione realizzano solo 14 punti, permettendo agli avversari di portarsi sul -11 (44-33), sorretti in attacco da un positivo Johnson e dall’ex-Trieste Janelidze.

Alla ripresa del gioco due triple di Leunen e Hasbrouck riportano il vantaggio a +16 (54-38), ma Cagliari non ci sta e con Picarelli e Janelidze ricuce a -9 (56-47).  Pini con un gioco da tre punti e una schiacciata ristabilisce le distanze (61-47) e sulla bomba di Rosselli, nonostante qualche buona iniziativa dei sardi, la terza frazione si chiude sul +13 (66-53).

Un canestro a testa  nell’ultimo quarto, dove le due squadre camminano più che correre e in cui c’è da segnalare qualche buona iniziativa in attacco di Leunen e Cinciarini, poi tutti sotto la doccia dopo una partita oggettivamente mai in discussione.

 

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>