Ravenna si conferma bastia nera della Fortitudo (83-77) e Trieste torna prima

Ravenna si conferma bastia nera della Fortitudo (83-77) e Trieste torna prima

Nella domenica in cui Trieste espugna a fatica il campo di Roseto, una Fortitudo visibilmente stanca cede dopo un supplementare a Ravenna  dopo aver avuto anche 9 lunghezze di vantaggio (45-54) nel terzo quarto, perdendo l’occasione di tornare a casa con i due punti con un’ultima frazione in cui per cinque minuti riesce a mettere a segno solo un tiro libero con capitan Mancinelli. I biancoblu, tenuti in vita da Amici prima e da Chillo nella parte finale del match, sprecano almeno un paio di volte il colpo del K.O. con Cinciarini, l’ultimo con un tiro sputato dal ferro proprio sulla sirena dei 40 minuti.

Una partita molto intensa, fatta di parziali e contro-parziali (13-2 per i romagnoli nel secondo quarto e 18-4 per la Effe nel terzo), con Ravenna che fa valere la sua fisicità a rimbalzo (49-37), con la coppia di americani Rice e soprattutto Grant molto bravi a sfruttare la posizione in post basso e capaci di mettere a segno 48 punti in due e risultando decisivi nella fasi cruciali della partita.

Anche per chi non abbia visto l’incontro basta guardare il tabellone per capire dove sia stata la differenza tra le due squadre e forse è venuto il momento, ora che la testa della classifica ha ripreso la via di Trieste, di intervenire per completare il roster dei biancoblu.

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>