Poker Fortitudo: battuta Udine (81-74) con difesa e gioco di squadra

Poker Fortitudo: battuta Udine (81-74) con difesa e gioco di squadra

Quattro su quattro, nonostante un calendario non certo agevole in questo inizio di campionato, nonostante le assenze (stasera anche Fantinelli oltre a capitan Mancinelli), nonostante una serata non certo di alta precisione al tiro (9/26 da tre), nonostante Udine che per buona parte dell’incontro – con Simpson e il giovane Pinna in evidenza – è stata avanti, respingendo tutti i tentativi della Fortitudo di mettere la testa avanti.

La svolta nel terzo quarto: parità (43-43) con la tripla di Venuto e la Effe sorpassa con Pini, per poi volare al +11 (58-47) appoggiandosi alla sapienza di Leunen, Hasbrouck e Guidone Rosselli e su una difesa ad alta intensità che costringe i friulani a soli 11 punti in dieci minuti.

Ultimo quarto di sofferenza e gioia, con Powell che riporta Udine a-7 (60-53), ma Leunen inventa un assist al bacio per Benevelli, che poi infila tre liberi (65-53). I due americani  tengono in vita i friulani, ma Leunen la mette da tre. Spanghero e Powell con due triple riaprono il match a 2 minuti dalla fine (73-69), quando un positivissimo Pini (12 punti e 8 rimbalzi) strappa con i denti un canestro che vale oro. Cortese la mette anche lui da oltre l’arco ed è il – 3 (75-72) a un minuto dalla sirena e tocca a Kenny Hasbrouck chiudere il discorso con una bomba che fa esplodere il PalaDozza.

Cinque uomini in doppia cifra per la Fortitudo, con coach Martino bravissimo nel gestire le rotazioni ridotte e dare spazio e fiducia a tutti gli uomini a sua disposizione.

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>