No problem Fortitudo anche con Imola (100-84)

No problem Fortitudo anche con Imola (100-84)

In attesa del big-match di domenica prossima contro Treviso, la Fortitudo vista a Faenza non ha avuto nemmeno bisogno dei due classici quarti di studio per dilagare contro una volenterosa Imola troppo legata ai due americani, cui solo l’esperto Rossi è riuscito a dare una mano. Cinque uomini in doppia cifra per coach Martino e confortante rientro del Mancio, autore di 10 punti e 5 assist.

L’Aquila appare concentrata in difesa fin dall’inizio e prende un primo vantaggio (11-5) con Rosselli e Fantinelli che costringe coach Di Paolantonio a chiamare subito time-out. Dopo sei minuti torna il campo il Mancio dopo la lunga assenza, ma la Effe sbaglia troppo in attacco e Imola resta in scia con Bowers. E’ il Cincia a dare un colpo alla partita con tre triple di fila e con un suo libero allo scadere fa chiudere con vantaggio in doppia cifra il primo quarto (24-14).

Mancio riapre con un canestro “acrobatico” e un assist al bacio per Benevelli, prima di rientrare in panchina applauditissimo dai tifosi. Coach Martino sfrutta la lunghezza del roster ruotando tutti i suoi uomini. Imola reagisce aggrappandosi ai due colored (30-23), prima di un nuovo allungo bolognese firmato Pini e Mancinelli, subito rintuzzato dalle triple di Raymind e Bowers (34-29). Ci pensa Leunen con cinque punti a fila a ridare il +10 alle Effe, prima che Hasbrouck infili due triple pazzesche (48-34). Fantinelli sempre da oltre l’arco e una volata sulla sirena di Kenny, fanno andare all’intervallo sul 53-36.

La partita in pratica finisce qui, Imola non ha la forza di reagire e il vantaggio supera più volte le 20 lunghezze. Spazio quindi anche ai giovani, bomba anche di Simon e allora abbracci e baci con tutti.

 

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>