Moretti è super e la Fortitudo si arrende a Treviso (75-63)

Moretti è super e la Fortitudo si arrende a Treviso (75-63)

Treviso fa suo il primo big-match del campionato, in un PalaVerde sold out da giorni, contro una Fortitudo che non è riuscita a trovare le giuste contromisure sia in difesa, sia soprattutto in attacco, dove per quasi tutta la partita non ha trovato conclusioni facili vicino a canestro e dalla lunga distanza ha tirato con percentuali orribili (1 su 15 da tre).

Si parte con ritmi elevati ed alte percentuali al tiro. A Fantinelli in campo trevigiano, rispondono Candi e Knox, anche se coach Boniciolli si arrabbia per alcune distrazioni difensive e per un bonus raggiunto troppo presto e che permette ai veneti di andare spesso in lunetta a gioco fermo. Montano produce una triade di panieri, ma l’ingresso di Saccaggi sembra spezzare l’equilibrio che fino a quel momento è regnato sovrano (22-18), con Ancellotti che stoppa Gandini e Roberts impedendo alla Effe di avvicinarsi a canestro, ma una buona iniziativa di Chris permette di mantenere il contatto sul 24-22 con cui si chiude il primo quarto.

Knox sbaglia un rigore alla prima azione, ma in attacco rimane l’approdo più sicuro, mentre Fantinelli – che gioca costantemente in post basso per sfruttare il vantaggio fisico contro le guardie bolognesi – rimane un rebus irrisolto per la difesa. Sul contropiede di Moretti (33-28), Boniciolli deve chiamare in panca i suoi per ragionarci un po’ sopra. Un antisportivo fischiato a Montano potrebbe permettere a Treviso il primo consistente break, ma la Fortitudo fa due buone difese e su un recupero il Mancio chiude il contropiede del 35-34. E’ Davide Moretti a prendere in mano Treviso nelle ultime curve della seconda frazione: prima una bomba, poi quattro liberi di fila, scavano un +6 (42-36), con la sirena che saluta anche un’improvvisata parabola di Malbasa che si infila a un secondo dalla fine per il 44-39.

All’intervallo le cifre raccontano di una De Longhi che vince il confronto sotto le plance (20-13 i rimbalzi) e di una Fortitudo che regge soprattutto con le palle recuperate (6) e con le buone percentuali al tiro. Knox, nonostante alcuni errori banali, viaggia a 14 punti, mentre per i padroni di casa Moretti (13) e Fantinelli (11) hanno prodotto i danni maggiori alla difesa bolognese, con anche De Cosey arrivato alla doppia cifra (10).

Un gioco da tre punti di Ancellotti e una sospensione di De Cosey portano Treviso al +10 (49-39), con la Effe che per tre minuti non fa mai canestro, soprattutto perché non riesce a concludere da vicino con Knox in panchina. E’ proprio il lungo bolognese, appena rientrato in campo, a sbloccare il tabellone, ma sono ancora i veneti ad allungare (53-41) con l’ennesimo paniere di Moretti. Ci prova Roberts a scuotere i suoi, ma quattro punti segnati in sette minuti sono già una mezza condanna per gli uomini di coach Boniciolli, che continua a ruotare i quintetti senza trovarne uno che possa dargli un minimo di continuità sui due lati del campo. Ci si mette anche Italiano, beccandosi un tecnico, a dare una mano a Fantinelli € Co. e il 63-45 che chiude il terzo non lascia molto spazio a speranze per gli ultimi dieci minuti.

Due assist del Mancio permettono al Ganda e a Montano di aprire con un mini-break la quarta frazione, ma è solo una fiammata. Roberts ne fa una sì e due no, gli altri non è che facciano molto meglio e la Fortitudo non riesce mai a scendere sotto la doppia cifra di svantaggio. Senza nemmeno forzare la De Longhi porta a casa i due punti con perla finale della bomba di Tommaso Rinaldi.

TREVISO: Ancellotti 5 (13 rimbalzi), De Cosey 14, Moretti 20, Fantinelli 16, Perry 4, Rinaldi 7, Saccaggi 7, Negri, Malbasa 2, Poser ne: Barbante e Marini

FORTITUDO: Knox 20 (9 rimbalzi), Mancinelli 4, Roberts 10, Raucci, Ruzzier 1, Campogrande 2, Candi 8, Montano 11, Gandini 5, Italiano 2 ne: Costanzelli e Montanari

ALTRI RISULTATI 4a GIORNATA GIRONE EST: Roseto-Imola 78-71; Recanati-Piacenza 73.91; Virtus-Ravenna 75-90; Verona-Trieste 75-70; Chieti-Jesi 85-79; Forlì-Udine 75-71; Mantova-Ferrara 95-102

CLASSIFICA: Ravenna, Forlì, Jesi, Roseto, Treviso, Virtus 6; FORTITUDO, Udine, Piacenza, Chieti, Verona e Ferrara 4; Trieste e Recanati 2; Imola e Mantova 0

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>