La volata playoff della Fortitudo: facciamole le carte

La volata playoff della Fortitudo: facciamole le carte

La sosta per le finali di Coppa Italia consente di fare un po’ di conti sulla situazione attuale di classifica della Fortitudo, con una proiezione sulla posizione che potrebbe occupare al termine della regular season.

In questo momento, quando mancano solo sei giornate al primo traguardo stagionale, la Effe occupa la quinta posizione a 26 punti in coabitazione però con altre quattro squadre (Treviglio, Verona, Trieste e Ravenna) e con Ferrara che segue a ruota a quota 24. Sulla carta irraggiungibili le prime quattro della classifica – la più vicina è Roseto con 30 punti – mentre guardando dietro appare lontana Chieti a 20, la lotta per i quattro posti restanti che danno diritto ai playoff pare appunto restringersi alle sei squadre che ballano oggi tra i 26 e 24 punti.

La Fortitudo sarà subito chiamata in pratica a due spareggi, il primo a Ravenna domenica prossima e sette giorni dopo  contro Treviglio tra le mura amiche. Dopo due partite apparentemente alla portata (a Jesi e in casa con Recanati), la Fortitudo si recherà poi a Ferrara e chiuderà la stagione regolare al PalaDozza il 23 aprile contro Chieti.

Vediamo ora la situazione degli scontri diretti con le concorrenti, considerando l’elevata possibilità di arrivi a pari punti con una classifica così corta:

RAVENNA                                          1-0          +15       ritorno il 13 marzo a Ravenna

TREVIGLIO                                        0-1         – 16        ritorno il 20 marzo a Bologna

VERONA                                             2-0         +18

TRIESTE                                              0-2         – 30

FERRARA                                           1-0         +  6        ritorno il 17 aprile a Ferrara

I conti sono presto fatti: sarebbe salutare mantenere il passo di Verona, con la quale si può vantare un doppio confronto favorevole ed una differenza punti molto positiva. Gli scaligeri – salvo suicidi – hanno 8 punti facili in casa (Recanati, Matera, Chieti e Jesi), più due trasferte difficili a Brescia e Imola.

Altrettanto benefico sarebbe tenere dietro Trieste, che ha un calendario più complicato con due scontri diretti (Ravenna e Treviglio) ed un viaggio domenica prossima a casa di Brescia.

Treviglio sembra avere sulla carta il percorso più accidentato – in casa Imola, Trieste e Treviso, fuori Fortitudo, Brescia e Legnano. – ma i lombardi hanno già dimostrato di meritare il titolo di “sorpresa dell’anno”, come testimonia la vittoria di domenica scorsa sul campo di Roseto.

Meno pericolosa appare Ravenna, che dopo aver ospitato la Effe ed essere salita a Trieste, nelle ultime tre giornate dovrà affrontare in sequenza Roseto (fuori), Mantova (in casa) e Treviso (al PalaVerde).

E’ chiaro tuttavia che la Fortitudo ha il destino nelle proprie mani: con 5 vittorie da qui alla fine sarebbe sicura di conquistare i playoff e con un’ottima posizione di classifica, ma anche con 4 vinte le probabilità di centrare un posto nelle prime otto sarebbero elevate.

 

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>