La Fortitudo soffre, rimonta, batte Imola (83-81) ed è prima da sola !

La Fortitudo soffre, rimonta, batte Imola (83-81) ed è prima da sola !

La tripla di Alviti da nove metri che rimbalza sul ferro al suono della sirena è l’ultima sofferenza che i tifosi della Fortitudo hanno dovuto patire questa sera, in una partita decisamente dai due volti, dominata da Imola fino all’intervallo – che raggiunge 17 punti vantaggio sul 23-40 – poi ripresa dalla Effe nella terza frazione e apparentemente vinta sul +8 a tre minuti dalla fine (76-68). Per lunghi tratti la Effe è solo Daniele Cinciarini, che si carica la squadra sulle spalle e le impedisce di sprofondare e quando il Mancio gli corre in aiuto gli uomini di Comuzzo – registrata una difesa fin lì deficitaria – si riprendono il match con un terzo quarto ad alta intensità, nel quale un po’ tutti (anche McCamey con una tripla di tabella all’ultimo secondo) danno finalmente un contributo degno di una squadra di vertice.

Imola disputa una partita al limite dalla perfezione, non ha molto dai suoi colored ma ha tanto dal parco italiani, con Alviti, Maggioli, Gasparin e soprattutto l’immarcescibile Patricio Prato e per la seconda volta in questo campionato sfiora la vittoria contro la Fortitudo, senza però riuscire a portarne a casa lo scalpo come invece ha fatto con le altre grandi protagoniste della A2

Approfittando della contemporanea sconfitta di Trieste a Treviso, la Fortitudo conquista la prima posizione solitaria in classifica e può preparare al meglio la Coppa Italia di LNP.

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>