La Fortitudo mette la terza e sbanca Ferrara 87-85

La Fortitudo mette la terza e sbanca Ferrara 87-85

La Fortitudo infila la terza vittoria consecutiva, sbancando Ferrara grazie ad una superlativa prova in attacco di Justin Knox, ma anche in virtù di una gestione più equilibrata del pallone e della distribuzione dei tiri. Un successo molto importante che tiene agganciata la Effe alle zone alte della classifica, in attesa degli altri match che completeranno il turno di campionato.

Era nelle attese una partita a ritmi elevati e così viene giocato il primo quarto, con i vent’anni di Martino Mastellari a fare male dalla lunga distanza per i padroni di casa. Sono però appunto le palle perse (8 nei primi 10 minuti) a vanificare il predominio a rimbalzo e le buone percentuali al tiro della Fortitudo. Il vantaggio ferrarese alla prima sirena (21-18), viene subito ribaltato ad inizio seconda frazione. Con triple in sequenza di Montano, Mancinelli e Knox e buona circolazione di palla, i ragazzi di Boniciolli prendono un  vantaggio che si dilata fino ad un +12 con la terza tripla di Matteo, prima che una fiammata della coppia Bowers-Roderick riporti Ferrara in partita con soli 5 punti da recuperare all’intervallo (38-43).

Entrambe le squadre tirano meglio da tre che da due e la tendenza si conferma subito alla ripresa del gioco: una bomba per parte di Cortese e Nikolic. Lo sloveno e Candi con due triple – manco a dirlo – riportano a +9 la Effe, quando però Knox commette il suo terzo fallo e deve far ritorno in panchina. Dopo uno zero nel tabellino nei primi 20 minuti, si infiamma un altro ex come Riccardo Cortese (16 punti  nel terzo quarto), che tiene in scia Ferrara e trova la bomba del pareggio, in una fase in cui solo Nazareno Italiano sembra non aver perso la visione del canestro, prima che il Mancio sulla sirena ridia il minimo vantaggio alla Fortitudo (64-66).

Due dubbie fischiate ad inizio ultima frazione, con tecnico ad Italiano, permettono a Pellegrino di riportare avanti Ferrara dopo molti minuti. La Effe cerca e trova Knox, ma Cortese va in lunetta in pratica ad ogni azione, mentre la situazione falli dei bolognesi si fa sempre più pesante. Il centro bolognese e il Mancio dalla lunetta portano ad un +3 (81-84), vanificato dalla tripla dall’angolo di Mastellari, che non segnava dal primo quarto. Roderick mette un solo libero e su una rimessa dal fondo Mancinelli uncina da sotto canestro, facendo rimettere il naso avanti alla Effe (85-86) quando mancano 13 secondi all’ultima sirena. Cortese, fino a quel momento vero mattatore in campo, sbaglia il tiro più importante, Knox arpiona il rimbalzo e i liberi finali di Leo Candi servono solo a fissare il punteggio finale sull’87-85 per la Fortitudo.

FORTITUDO: Nikolic 14, Ruzzier, Montano 9 (3/4 da tre), Knox 22 (7/8 da due, 2/2 da tre), Italiano 9, Candi 9, Campogrande, Gandini 1, Raucci 7, Mancinelli 16 (6/11 da due, 1/3 da tre, 6 assist), ne Costanzelli, Di Poce

FERRARA: Roderick 16, Soloperto, Ibarra, Moreno 8, Cortese 21, Pellegrino 9, Bowers 20, Cortese 22, , Mastellari 11 ne: Mastrangelo, Zani, Ardizzoni

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>