La Fortitudo in scioltezza su Piacenza (98-64) e ne mancano cinque alla fine.

La Fortitudo in scioltezza su Piacenza (98-64) e ne mancano cinque alla fine.

Tutto facile per la Fortitudo contro Piacenza (Bakery) che, nonostante la precaria situazione di classifica, non ha opposto in pratica alcuna resistenza. Un’altra vittoria che avvicina gli uomini di coach Martino – osannato a gran voce dalla tifoseria – all’obiettivo finale, visto che mancano solo cinque giornate al termine della stagione regolare e rimangono 4 le lunghezze di vantaggio su Montegranaro, con anche lo scontro diretto a favore.

La Effe parte concentrata e subito stacca un vantaggio che oscilla tra i 10 e 12 punti, con una prestazione corale in attacco e una difesa che impaurisce gli ospiti. Hasbrouck e Rosselli portano a spasso i piacentini, che per lunghi tratti si aggrappano al solo Voskuil. Unica nota interessante, il rientro in campo di Daniele Cinciarini, dopo lo stop che lo ha costretto a saltare la Coppa Italia e due partite di campionato.

Un rilassamento in avvio di secondo quarto permette però un riavvicinamento (29-25), immediatamente spento dal time-out di coach Martino e da un parziale di 8-0, costruito soprattutto sull’asse Rosselli-Pini, che deliziano il pubblico con assist e perfetti movimenti sotto canestro. Si va così all’intervallo su un rassicurante 50-36, con 16 punti di Hasbrouck e 14 di Pini, mentre Fante spegne le velleità di Voskuil limitato a soli tre punti nel quarto.

Riparte bene la Fortitudo al rientro dagli spogliatoi e con Mancio e Rosselli scavalca il +21 (57-36). Cincia infila due triple (67-46) imitato da Mancio, Benevelli e Carlos e nessun problema a chiudere la terza frazione sul 78-56, nonostante il tentativo di Marques Green di scuotere i suoi, del tutto rassegnati.

Ultimo quarto con pochissimo da segnalare, utile soprattutto per far rifiatare il quintetto,  dare minuti di gioco a Delfino e al Cincia e spazio ai cinni, cercati ripetutamente da Carlos e dal Mancio perchè vadano a referto.

 

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>