La Effe sbanca Ravenna (74-70) con Mancio e Fante super e vola a +4 in classifica

La Effe sbanca Ravenna (74-70) con Mancio e Fante super e vola a +4 in classifica

Fondamentale vittoria per la Fortitudo, che pur soffrendo contro una volitiva Ravenna, conquista i due punti che – vista la sconfitta di Montegranaro a Treviso – le permettono di allungare a +4 sui marchigiani in classifica a sei giornate dal termine del campionato. Decisive, in una giornata dalle non brillanti percentuali al tiro (16 su 37 da due e 9 su 31 da tre) le prove di Venuto in difesa sullo spauracchio Adam Smith e quelle di Fantinelli (15 punti, 5 su 8 da due, 1 su 1 da tre, 8 rimbalzi e 3 assist) e di un finalmente ritrovato capitan Mancinelli (5 su 9 da due, 2 su 4 da tre e 3 su 3 ai liberi).

Le bombe di Marino e Jurkatamm costringono subito coach Martino al time-out sull’11-2 per i padroni di casa e la Fortitudo risponde bene con due triple di Hasbrouck ed una di Leunen recupera e sorpassa (13-11). Matteo Montano esce dalla panchina dando dinamicità a Ravenna, ma con i canestri del Mancio e di Delfino la Effe chiude il primo quarto sul +4 (19-15).

Due canestri di Hairston riavvicinano i giallorossi (21-19), che sorpassano con due triple di Montano (23-25). Mancio è nel suo momento migliore della sua stagione e replica con una bomba e un contropiede (28-27). Kenny e Fante allungano (32-27), ma Smith entra in partita con due triple e con tre liberi su dubbio fallo di Pini (37-36). Masciadri spara una bomba anche lui e così Ravenna chiude avanti all’intervallo 39-38, grazie soprattutto alla buona media nel tiro oltre l’arco (8 su 18), mentre la Effe ha sparato a salve (5 su 16).

La difesa dei romagnoli morde ad inizio di terzo quarto e a metà frazione è perfetta parità (45-45). Non è il momento migliore della partita, con errori da una parte e dall’altra. Spariglia Venuto da tre, ma Masciandri e Smith riportano avanti Ravenna (50-51). Un bel tap-in di Fantinelli permette comunque ai biancoblu di restare davanti di un punto alla sirena (54-53).

Molta confusione in campo ad inizio ultimo quarto. Fante con una tripla e una penetrazione tiene a galla i suoi (59-59), ma è il Mancio a dare uno strappo con otto punti di fila (67-63). Ravenna si aggrappa ad Adam Smith, che dalla lunetta replica ai canestri di Fantinelli, ma è Montano che infila da tre (71-70) a un minuto dal termine. Il Mancio è glaciale ai liberi, Montano sbaglia la tripla e Rosselli segna il libero del +4 (74-70) che danno la vittoria alla Fortitudo al termine di una gara nervosa ma importantissima per la volata finale per la promozione in A.

 

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>