Imola ancora fatale per la Fortitudo, sconfitta 74-67

Imola ancora fatale per la Fortitudo, sconfitta 74-67

La Fortitudo non replica la bella prova offensiva di Ferrara contro una Imola capace della sua migliore prestazione stagionale, frutto di un apporto molto equilibrato di tutti i suoi protagonisti e di conclusioni precise grazie ad un’ottima circolazione di palla. L’assenza di Leo Candi si è fatta senza dubbio sentire, ma nessuno dei suoi compagni ha saputo raccoglierne il testimone, mentre anche in difesa, per almeno tre quarti, l’intensità non è stata adeguata per poter sperare di espugnare un PalaRuggi che sta diventando un tabù per i bolognesi.

Dopo una buona partenza di Imola (8-4) la Fortitudo si rimette in carreggiata con le giocate del Mancio e di Nikolic. I biancorossi tirano e segnano quasi esclusivamente da tre (2 bombe di Hassan, una a testa di Tassinari e Cohn) e quando Knox e Mancinelli devono rientrare in panchina contemporaneamente, lucrano sei liberi di fila che li portano di nuovo avanti, prima che Alex Ranuzzi sulla sirena fissi il vantaggio locale sul 22-18.

Difficile l’inizio di secondo quarto per i bolognesi, che non trovano mai la via del canestro. Imola non fa niente di eccezionale, le basta mantenere un’alta precisione dalla lunetta per allungare a +9 (29-20) sfruttando il bonus bruciato in soli tre minuti dagli uomini di coach Boniciolli. Con Maggioli e Hubalek gravati di tre falli sarebbe il caso di cercare maggiormente i lunghi in area, invece si sparacchia alla luna, mentre Patricio Prato, dall’alto delle sue 37 primavere, dispensa lezioni di basket ed è il primo a raggiungere la doppia cifra sul proprio tabellino. La seconda tripla di Cohn sancisce un 37-27 che è più di un segnale preoccupante, che solo la tripla di Toble Raucci riesce un minimo a mitigare per il 41-34 con cui si va all’intervallo lungo.

La solita bomba di Hassan apre la terza frazione, ma Knox trova per due volte il canestro e con la tripla di Italiano sembrano segnali positivi per la Effe, che Hassan spegne subito con il quarto paniere da oltre l’arco, subito replicato da Jacopo Preti, con il vantaggio imolese che si allarga a +13 (54-41). Piove sul bagnato e su un ridicolo fallo in attacco fischiato al Mancio, ci scappa pure il tecnico per proteste. Dopo cinque minuti di digiuno Gandini dalla lunetta sblocca quota 41 per la Fortitudo, ma Prato sembra un ragazzino e la ricaccia a -17 (61-44), che solo la bomba di Montano riesce in parte a ridurre a pochi secondi dalla sirena (63-48).

Un gioco da tre punti del Mancio sembra dare un filo di speranza ai suoi e una tripla di Nikolic riporta la Effe sotto la doppia cifra di svantaggio (66-57) quando mancano cinque minuti al termine. Imola perde uomini per falli, ma Hassan (MVP della partita) si conferma spiritato con la sua quinta bomba del match. Il pressing degli uomini di Boniciolli mette spesso in difficoltà i piccoli imolesi, ma il cronometro corre e sul canestro di Jacopo Borra – protagonista di una grande partita difensiva su Knox – la partita sembra chiudersi. Non sono d’accordo Nikolic e Ruzzier che a poco più di un minuto dalla sirena finale riportano a -5 (71-66) la Fortitudo, che però sciupa con Montano il contropiede che avrebbe potuto riaprire definitivamente la partita.

 IMOLA: Hubalek 5, Tassinari 7, Cohn 10, Hassan 19 (5/8 da tre), Borra 5, Prato 15, Maggioli 2, Preti 3, Ranuzzi 8

FORTITUDO: Ruzzier 13, Mancinelli 9, Campogrande, Italiano 5, Raucci 3, Gandini 4, Nikolic 11 (3/6 da tre, 7 rimb.), Knox 13 (6/11 da due, 9 rimb.), Montano 9

Altri risultati della 10ma giornata – GIRONE EST

Trieste-Udine 78-71; Recanati-Virtus 83-87; Treviso-Ravenna 70-59; Piacenza-Mantova 73-78; Jesi-Ferrara 82-67; Verona-Forlì 84-59; Roseto-Chieti 82-80 (dts)

CLASSIFICA: Treviso 18, Virtus 16, Roseto 14, FORTITUDO, Trieste, Mantova, Ravenna 12, Piacenza 10, Imola, Verona, Jesi, Forlì, Ferrara e Udine 8 Chieti 6, Recanati 2

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>