ALLA FORTITUDO NON RIESCE LA RIMONTA: SCONFITTA A ROSETO 77-72

ALLA FORTITUDO NON RIESCE LA RIMONTA: SCONFITTA A ROSETO 77-72

L’inizio dei biancoblu è sfavillante e regala l’illusione di una facile cavalcata. Roseto tira dopo un passaggio (o anche meno) e per gli uomini di Boniciolli pare un gioco da ragazzi prendere il volo sulle corsie del contropiede. Daniel spazzola i tabelloni, Flowers sembra Usain Bolt e dopo una bella penetrazione di Matteo Montano, il vantaggio raggiunge subito la doppia cifra (16-4). Ma bastano un paio di palle perse per ribaltare l’inerzia del match e i padroni di casa, con un break di 10-0, si riportano a stretto contatto, chiudendo il primo quarto sotto di sole due lunghezze (14-16).

La musica non cambia ad inizio del secondo periodo e con la bomba di Marulli si concretizza il sorpasso rosetano (23-21). L’equilibrio regna comunque sovrano e non appena una squadra prende un minimo vantaggio, l’altra la agguanta in meno di un minuto. C’è però il tempo di ammirare il giovante talento locale Pierpaolo Marini, che uscendo dalla panchina fa quasi attacco da solo per i rosetani. Un paio di forzature inutili di Amoroso permettono agli Sharks di prendere 4 lunghezze di vantaggio, ma due ottime azioni d’attacco, l’ultima un bel P&R tra Flowers e Daniel, fanno chiudere i primi venti minuti in perfetta parità (35-35).

E’ Bryon Allen, il capocannoniere del campionato, ad infiammare l’inizio di terzo periodo, ma la Effe ricuce di nuovo. Il terzo fallo di Daniel sembra però far perdere la maniglia del match.  Gli arbitri fischiano come treni a vapore – solo da una parte comunque, alla fine sarà 33 a 11 il conto dei liberi per le due squadre  – e con i punti in lunetta Roseto allunga a +7. Ancora due perse in attacco e Weaver si invola in contropiede per portare la sua squadra a +10. Bologna segna con il contagocce, gli abruzzesi continuano a beneficiare di generosi fischiate e con l’ennesima penetrazione di Allen, la frazione si chiude sul – 11 (60-49).

Flowers rianima le speranze fortitudine, assieme a Daniel riporta a -4 i biancoblu, ma di là c’è un certo Bryon Allen che ribatte ad ogni azione. A tre minuti dal termine capitan Carraretto infila la bomba del – 3 (67-70). Su un tiro sbagliato di Ferraro (alla fine il migliore dei suoi, 12 punti e 9 rimbalzi), l’ennesimo fischio a dir poco dubbio degli arbitri toglie la palla di mano ai biancoblu e porta in lunetta Weaver, che non sbaglia. Flowers invece fa un pesantissimo 0 su 2 dalla linea della carità e si entra negli ultimi 60 secondi sul punteggio di 74-69. Due ferri dalla lunga distanza di Capitan Carraretto chiudono di fatto l’incontro, che si conclude con gli uomini di Boniciolli a tener palla per mantenere almeno a proprio favore la differenza canestri.

Va detto che Roseto ha meritato di vincere, per aver saputo esprimere più uomini nell’arco dei 40 minuti in grado di alimentare il suo gioco offensivo, mentre per la Fortitudo hanno giocato sostanzialmente solo i due americani. Per il resto poco o nulla – a parte la volenterosa difesa di Raucci su Allen – e comunque insufficiente per portare a casa i due punti su un campo difficile come il PalaMaggetti.  Resta da chiedersi perché Valerio Amoroso, ancora in evidente ritardo di condizione, resti in campo 30 minuti combinando poco o niente e perché il gioco d’attacco verta quasi sempre su di lui, che è ancora la pallida controfigura di quel giocatore che dovrebbe essere un fattore in Legadue.

Con questa sconfitta, la Fortitudo viene raggiunta al 7° posto da Treviglio e Ravenna, che ha battuto tra le mura amiche Imola. Mercoledì sera si torna in campo contro il fanalino di coda Matera che battendo Trieste ha indirettamente fatto un favore alla Effe, lasciando i giuliani a quota 20.

P.S.: Lestini 28 punti, 3 su 3 da due, 6 su 10 da tre, 4 su 4 ai liberi, in 33 minuti di gioco. Buon divertimento.

ROSETO SHARKS: Allen 22, Ferraro 12, Bryan 6, Moreno 6, Weaver 12, Borra 6, Marini 8, Marulli 5 All. Trullo

FORTITUDO: Daniel 24 (7 su 8 da due, 2 su 3 da tre, 10 rimbalzi, 3 assist), Candi 2, Raucci 6 (7 rimbalzi), Amoroso 4 (2 su 11 e 3 rimbalzi), Flowers 21 (6 su 7 da due, 2 su 4 da due), Quaglia, Sorrentino 2, Montano 2, Carraretto 6, Italiano 5 All. Boniciolli

GLI ALTRI RISULTATI DELLA 21ma GIORNATA

Ravenna-Imola 96-84; Recanati-Legnano 74-76; Matera-Trieste 84-83; Ferrara-Verona 59-57; Chieti-Mantova 79-84; Treviglio-Jesi 81-65; Treviso-Brescia 91-87

CLASSIFICA: Mantova, Treviso e Brescia 30, Imola 28, Roseto 26, Verona 24, FORTITUDO, Treviglio e Ravenna 22, Trieste e Ferrara 20, Chieti 18, Legnano e Jesi 14, Recanati 8, Matera 6.

Condividi

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>